Now loading.
Please wait.

Menu

+39 035 4231111

info@sfservizi.it

Iperammortamento 250% per investimenti in beni 4.0

HomeNews SFIperammortamento 250% per investimenti in beni 4.0
HomeNews SFIperammortamento 250% per investimenti in beni 4.0
Iperammortamento 250% per investimenti in beni 4.0

Iperammortamento 250% per investimenti in beni 4.0

posted in News SF by Ufficio Stampa

Il Piano Industria 4.0 inserito nella legge di stabilità 2017 ha introdotto il beneficio dell’Iperammortamento riservato ai beni finalizzati a favorire processi di trasformazione tecnologica e digitale.

L’iper-ammortamento 250% consiste nella possibilità di applicare una maggiorazione del 150% di alcuni beni digitali o ad alto valore tecnologico, ai fini della deducibilità delle relative quote di ammortamento. Ciò significa che le spese inerenti al 4.0 saranno ammortizzabili negli anni per un importo pari al 250% del loro valore.  

L’agevolazione opera esclusivamente ai fini delle imposte sui redditi traducendosi, come si può evincere dall’esempio sottostante, in un risparmio effettivo del 36% del costo.

Esempio:

- Acquisto di un bene strumentale da € 100.000

- Periodo di ammortamento 5 anni

·      riduzione IRES 2017 = € 3.600

·      riduzione IRES 2018 = € 7.200

·      riduzione IRES 2019 = € 7.200

·      riduzione IRES 2020 = € 7.200

·      riduzione IRES 2021 = € 7.200

·      riduzione IRES 2022 = € 3.600

 

§  Beneficio totale € 36.000

 

In base a quanto previsto dal pacchetto di agevolazioni Industria 4.0, gli imprenditori al fine di fruire del nuovo incentivo possono acquistare il nuovo bene strumentale fino al 30 Giugno 2018, a patto che l’ordine sia accettato e che il relativo acconto, superiore al 20%, venga versato entro il mese di dicembre 2017.

È molto importante precisare che per gli investimenti superiori a € 500.000, l’accesso all’iperammortamento è subordinato ad una perizia tecnica che certifichi le caratteristiche tecnologiche del bene

Tuttavia considerando la peculiarità dell’agevolazione risulta opportuno redigere una perizia tecnica anche per investimenti inferiori a 500.000 euro e che questa sia corredata, alla luce dei chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate, da un’analisi tecnica da conservare presso la sede del beneficiario.

iperammortamento investimenti beni digitali agevolazione


28 06, 17
Richiedi informazioni
Compila i seguenti campi e riceverai adeguato supporto


Richiedi informazioni