Now loading.
Please wait.

Menu

+39 035 4231111

info@sfservizi.it

Nuove regole per l’addebito degli interessi bancari

HomeNews SFNuove regole per l’addebito degli interessi bancari
HomeNews SFNuove regole per l’addebito degli interessi bancari
Nuove regole per l’addebito degli interessi bancari

Nuove regole per l’addebito degli interessi bancari

posted in News SF by Ufficio Stampa

Al fine di regolare il fenomeno dell'anatocismo, è entrato in vigore un nuovo decreto relativo all'addebito degli interessi in conto corrente. 

A partire dal 15/4/2016 è in vigore la legge 8 aprile 2016 n. 49, che ha convertito in legge, con alcune modifiche, il decreto legge 14 febbraio 2016 n. 18 (c.d. decreto banche).

L’art. 17 bis della citata legge ha modificato l’articolo 120 del Testo Unico Bancario (TUB) prevedendo, fra l’altro, che nei rapporti di conto corrente, nei confronti della clientela, sia assicurata la stessa periodicità nel conteggio degli interessi sia debitori sia creditori, comunque non inferiore ad un anno e che gli interessi siano conteggiati il 31 dicembre di ciascun anno e, in ogni caso, al termine del rapporto per cui sono dovuti.

Il Comitato Interministeriale per il Credito ed il Risparmio (CICR) ha emanato, con Delibera n. 343 del 3 agosto 2016, le Istruzioni applicative in attuazione dell’art. 120 secondo comma del TUB.

Dopo aver ribadito quanto già precisato in premessa con riferimento alla periodicità nel conteggio degli interessi nei rapporti di conto corrente, la Delibera del CICR ha, in particolare, definito le modalità e i criteri per la produzione degli interessi debitori con riferimento ai contratti di apertura di credito in conto corrente (ivi incluse quelle in cui la disponibilità sul conto sia generata da operazioni di anticipo su crediti e documenti) e sugli sconfinamenti (extra fido o in assenza di fido), precisamenti:

- Gli interessi debitori maturati sono contabilizzati separatamente rispetto alla sorte capitale e divengono esigibili il 1º marzo dell’anno successivo a quello in cui sono maturati;

- Al Cliente deve comunque essere assicurato un periodo di trenta giorni dal ricevimento dell’estratto conto prima che gli interessi maturati divengano esigibili;

- Il Cliente può autorizzare, anche preventivamente, l’addebito degli interessi sul conto al momento in cui questi divengono esigibili, in questo caso la somma addebitata è considerata sorte capitale; l’autorizzazione preventiva conferita alla Banca è revocabile in ogni momento, purché prima che l’addebito abbia avuto luogo.

 

 

anatocismo articolo 120 tub testo unico bancario interessi addebito


14 11, 16
Richiedi informazioni
Compila i seguenti campi e riceverai adeguato supporto


Richiedi informazioni